Il Blog

Se fai quello che hai sempre fatto, otterrai quello che hai sempre ottenuto! Per ottenere qualcosa di diverso devi fare qualcosa di nuovo!

Perché io faccio Coaching

Qualcuno potrebbe chiedersi: “ma come, tu che sei un Mental Coach, fai Coaching?”  

SI! Perché prima di essere un Mental Coach sono una persona e come tutte le persone ho i miei pregi e miei difetti, ho i miei limiti e le mie aree di miglioramento. Anche io come te ho le mie giornate no e i momenti di sconforto. Ed è stato proprio in uno di quei momenti che anni fa decisi di intraprendere questa strada. Decisi di dare una svolta alla mia vita e dedicarmi a quello che veramente mi rende felice. Decisi di riflettere su quali erano i miei talenti e da li iniziare a lavorare. E si…lavorare!

Perché il talento è un dono ma il successo è un lavoro!

Iniziai a fare Coaching e corsi, non solo per raggiungere i miei obiettivi, ma come missione di vita. E mi servii di me stesso e della mia situazione per verificare cosa era vero e cosa no, cosa funzionava e cosa non funzionava. Iniziai a chiedermi perché alcune persone avevano più successo di altre, mi ci dedicai anima e corpo. Mentre gli altri uscivano e si divertivano, io ero impegnato fisicamente ed economicamente nella mia ricerca e formazione, nell’intento di recuperare il tempo perso. Imparai una cosa importantissima:

per vivere una vita meravigliosa non bastavano libri e idee.

Oggi esistono libri, audio, video e corsi su come avere successo in ogni ambito della vita, migliori e più numerosi di quanti ce ne siano stati nella storia umana. E non mi è mai capitato di trovarne qualcuno che non avesse qualcosa di prezioso da offrire. Ma anche tutte queste cose assieme non bastavano.

Bisogna avere un sistema, una strategia.

Chess Coaching, strategia, successoUn sistema e una strategia per utilizzare le idee, generare i cambiamenti e lavorare per creare la vita che desideri.

Nel mentre osservavo tutta la frustrazione e il fallimento che a volte sommerge le persone e mi facevo questa domanda: la ragione principale di tanto fallimento e frustrazione non è forse perché le persone non sanno come ottenere il massimo da se stesse? In fondo anche a me nessuno lo aveva insegnato, ne a scuola, ne all’università, finché io stesso non ho deciso di fare qualcosa. Per esempio immagina che ti venga regalato un computer costoso e sofisticatissimo, l’ultimo ritrovato tecnologico. Tiri fuori tutti i componenti dalla scatola e ti accorgi che manca il manuale di istruzioni. Ora supponiamo che tu non possiedi nessuna conoscenza informatica e che sai utilizzare poco i computer. Immagina ora di doverlo configurare, usarlo, programmarlo affinché produca qualcosa. Quanto pensi ci voglia, senza supporto o aiuto, per capire come funziona? 

La risposta è che anche  se sei assolutamente motivato e determinato è probabile che ci vogliano degli anni prima di capire come funziona. Ed è sicuro che prima di allora ti sarai già stancato e sarai tornato alla vecchia maniera.

Ora supponiamo che ricevi lo stesso computer, questa volta con il manuale di istruzioni scritto chiaramente e un tecnico che viene da te e ti illustra, passo dopo passo, come configurare il computer, come usarlo, come programmarlo e come ottenere la massima efficienza. Grazie al manuale e all’esperto ti basteranno alcune ore per avere il computer installato e funzionante. Da allora in poi diventerai sempre più bravo a utilizzarlo e la qualità e la quantità del lavoro prodotto aumenteranno notevolmente. (Tratto da Bryan Tracy, Peak Performance)

Il punto è questo: siamo venuti al mondo senza un manuale di istruzioni.

Siamo provvisti di un meraviglioso cervello, la cui complessità e possibilità sono talmente vaste da non riuscire ancora a comprenderle completamente. Se usato correttamente il cervello può portarti dalle stalle alle stelle dalla solitudine alla popolarità, dalla malattia alla salute, dalla depressione alla gioia, dalla frustrazione al successo: basta imparare come usarlo correttamente

Per questo io faccio Coaching in maniera sistematica e continua. Perché ne ho fatto un lavoro e una missione. Perché prima di aiutare gli altri ho aiutato me stesso. Perché ho deciso che dipende da me la mia vita e da come uso le carte che mi sono state date.  

Poker CoachingMolto spesso non possiamo decidere che carte ci vengono date. Ma come giocarle dipende da noi!

  1. Tatiana01-07-2012

    complimenti Luca.

  2. Luca01-08-2012

    Grazie mille Tatiana

  3. Stefania06-15-2012

    bel sito davvero, semplice essenziale ma sopratutto attira molto, bravo Stefy

  4. Luca06-15-2012

    Grazie Stefania! Vedrai quando lo miglioro…;)

  5. nuccio05-30-2013

    sono interessato

Leave a Reply