Archives

Category Archive for: ‘School Coaching’

GENITORI-FIGLI: Il Cuore COMANDA?

  Chiunque può essere spaventato davanti al foglio bianco una volta girata la pagina. Per scrivere qualcosa di bello, ci vuole tempo e calma. Quanto forza mentale ci vuole per chiudere una storia? Si, direte voi… a 18 anni può essere cosi distruttivo chiudere una storia d’amore? I tempi non sono più come prima… ci si fidanza tardi, prima dei …

Read More

GENITORI-FIGLI: DAL MIO PUNTO DI VISTA #3

“I miei genitori non mi capiscono” “I miei figli non mi accettano”   Adolescenza, Coaching per Ragazzi, Autostima, Comunicazione Genitori e Figli non sono un luogo comune ma una realtà. Parte una rubrica dal nome “GENITORI-FIGLI: DAL MIO PUNTO DI VISTA“, in collaborazione con Scuola dei Talenti LIFE.   Due mondi diversi, si “affrontano” su delle pagine di un diario virtuale. Scritte dai …

Read More

GENITORI-FIGLI: Dal mio punto di vista #1

“I miei genitori non mi capiscono” “i miei figli non mi accettano”   Queste frasi, non sono  un luogo comune ma una realtà. Parte una rubrica dal nome “DAL MIO PUNTO DI VISTA”   Due mondi diversi, quello dei genitori e dei figli, si “affrontano” su delle pagine di un diario virtuale. Scritte dai diretti interessati.   Persone che non esistono, …

Read More

Ho perso le parole…

Fai partire il video e leggi l’articolo mentre ascolti la musica… N.B. Avviso ai naviganti: i toni e alcune parole di questo articolo sono, come dire, politically incorrect!      Ho perso le parole…come dice la splendida canzone del Liga. Questo articolo sarebbe dovuto uscire 2 settimane fa ma diversi eventi ne hanno ritardato la pubblicazione. Eventi personali, professionali e ovviamente …

Read More

Aldo, Giovanni e Giacomo tornano a scuola…più passione o follia?

Ha detto bene il mio grande amico e Mental Coach Daniele Solieri: “quando abbiamo iniziato, solo un anno fa, non ci credeva nessuno!” Proprio così. Perché l’anno scorso, quando si proponeva di fare del Coaching nelle scuole, erano più le porte in faccia che le persone disposte ad ascoltarti. Le scuse erano, come sempre molte: “Non serve”, “Ai ragazzi non …

Read More